Tarchna, Corneto, Tarquinia

Dai documenti si evince che, non essendo ancora la città (inizi sec. XX) dotata di idonee reti idriche e fognarie, l’amministrazione comunale deliberò di risolvere il problema con un unico progetto di risanamento (1902, C. Crispini; dal 1912 P. Magnani).

continua a leggere...

Tra le opere realizzate notevoli due abbeveratoi e lavatoi (1902-04): il maggiore – distrutto, a pianta rettangolare con pilastri di pietra e in muratura; il paramento esterno dell’abbeveratoio in peperino – presso il belvedere di S. Antonio; il secondo di dimensioni ridotte – ampliato 1929 – in piazza S. Stefano (vedi punto 10), in origine intonacato a mezzatinta chiara, ha un getto d’acqua – perduta la protome leonina da cui usciva – che cade in una coppa di ghisa al centro di una nicchia, per poi riversarsi nella sottostante vasca dell’abbeveratoio. Distrutto anche il terzo abbeveratoio di via Montana (1909-10).

Cultura, Storia e Patrimonio

GLI ETRUSCHI

GLI ETRUSCHI

TARCHNA, CORNETO, TARQUINIA

TARCHNA, CORNETO, TARQUINIA

MAREMMA TRA MARE E NATURA

MAREMMA TRA MARE E NATURA

TARQUINIA LUOGO LETTERARIO

TARQUINIA LUOGO LETTERARIO

Pianifica il tuo viaggio

ACCOGLIENZA TURISTICA

Dormire, Mangiare e Cosa Fare

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
resta aggiornate alle nostre novità