Gli Etruschi

Sul punto più elevato del colle si trovano le rovine dell’Ara della Regina, uno dei più monumentali e grandi templi etruschi rinvenuti, tra i più importanti ritrovamenti archeologici avvenuti a Tarquinia.

Il Tempio attorniato un tempo dalle altre costruzioni dell’antica Tarkna, era utilizzato per la celebrazione di riti e preghiere. Alcuni studi condotti sul sito hanno fatto ipotizzare che il Tempio potrebbe essere stato dedicato a Diana.

Tra le rovine di questo grande tempio, edificato nella prima metà del IV secolo a.C., è avvenuto il ritrovamento di una delle più importanti opere dell’intera storia etrusca nazionale: la lastra raffigurante i meravigliosi Cavalli Alati di Tarquinia.

continua a leggere...

Il tempio con le sue grandiose proporzioni dà la misura dell’importanza di Tarquinia nell’Etruria intera. Gli scavi hanno dato corpo alla possibilità che qui fosse ricordato fin dal VI secolo a.C. l’eroe fondatore della città, Tarconte, di cui resta presumibilmente il cenotafio monumentalizzato da due piattaforme in blocchi squadrati, orientate in senso diverso rispetto a quello del tempio del IV secolo a.C. Della decorazione di questa fase più monumentale restano pochi frammenti in terracotta del frontone tra cui la famosa lastra dei Cavalli Alati, ora conservata al Museo Archeologico Nazionale Tarquiniense.

È possibile che la scena rappresentata fosse l’apoteosi dell’eroe Eracle, antenato di Tarconte, dopo la sua incinerazione sulla pira.

(Giovanna Bagnasco Gianni)

Cultura, Storia e Patrimonio

GLI ETRUSCHI

GLI ETRUSCHI

TARCHNA, CORNETO, TARQUINIA

TARCHNA, CORNETO, TARQUINIA

MAREMMA TRA MARE E NATURA

MAREMMA TRA MARE E NATURA

TARQUINIA LUOGO LETTERARIO

TARQUINIA LUOGO LETTERARIO

Pianifica il tuo viaggio

ACCOGLIENZA TURISTICA

Dormire, Mangiare e Cosa Fare

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
resta aggiornate alle nostre novità