Le tombe dipinte

La tomba, scoperta nel 1874, è composta da un piccola stanza con soffitto a doppio spiovente, ed è una delle più piccole tombe dipinte di Tarquinia. Nelle pareti sono rappresentati, separati da alberelli, danzatori e suonatori ebbri e coronati con tralci di vite: è questa la rappresentazione tipica dei coniasti, o baccanti, da cui deriva il nome della tomba.

Datazione: fine VI secolo a.C.

clicca sulla mappa per visualizzarne i dettagli

Giocolieri

Guerriero

Cristofani

Padiglione della caccia

Fiore di loto

Leonesse

Pallottino

Pulcella

Caccia e pesca

Caronti

Due tetti

Gorgoneion

Cardarelli

Moretti

Fustigazione

Fiorellini

Demoni azzurri

Bettini

Caccia al cervo

Bartoccini

Leopardi

Baccanti

LA NECROPOLI ETRUSCA
Pianifica il tuo viaggio

ACCOGLIENZA TURISTICA

Dormire, Mangiare e Cosa Fare

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
resta aggiornate alle nostre novità